5 buoni motivi per cambiare il proprio epilatore con un modello a luce pulsata

Non tutti sono soddisfatti del trattamento che gli riserva il proprio epilatore, vuoi per quel dolorino che tanto ‘ino’ non è, in corso di epilazione, o per l’insorgenza di arrossamenti e peli incarniti soprattutto nelle zone più sensibili di ascelle e zona bikini. I modelli più innovativi sono indolori, rapidi, semplicissimi da usare a casa e, soprattutto, garantiscono uno sterminio graduale della peluria indesiderata che infesta il nostro corpo. Se dilaga l’insoddisfazione per il vecchio epilatore ci sono ben dieci buoni motivi per cambiarlo con un epilatore nuovo di zecca. Ma vediamo perché, in soldoni cosa ci si guadagna? Intanto, si smetterà di lamentarsi e di maledire il vecchio apparecchio fastidioso, invasivo e mai all’altezza delle aspettative. Ad esempio, il vostro è un epilatore wet & dry? No? Peccato!

Non avrete il piacere di provare un’epilazione ‘dolce’ sotto la doccia dove questi cordless scivolano che è un piacere sulla pelle predisposta all’epilazione dallo scorrere dell’acqua calda che dilata i pori e rende l’operazione più semplice e gradevole, oltre che efficace. Ma ora esiste anche un’altra efficace opzione di epilazione a lungo termine di cui non tutti sono ancora a conoscenza. Parliamo degli epilatori a luce pulsata intensa (IPL) che hanno sostituito ‘in toto’ i rudimentali apparecchi ‘rozzi’ sulla pelle, al punto da far male. Perché cambiare il vostro epilatore con uno a luce pulsata? I motivi sono tanti e si riassumono nel seguente decalogo: al primo posto il dolore, che già di per sé è un motivo più che sufficiente per abbandonare il vecchio apparecchio. Questa parola non esiste nel vocabolario degli epilatori IPL.

Secondo, il rumore (che fa pure rima) e che con gli innovativi IPL è solo un lontano ricordo, niente ronzii molesti. Terzo: la ricrescita istantanea dei peli appena rimossi, cosa che con gli epilatori a luce pulsata non accade, se non dopo tre o quattro settimane e poi sempre più di rado. Quarto: i trattamenti frequenti, altro che epilazioni a raffica, con i nuovi epilatori IPL passa un mese prima di sottoporsi a un nuovo trattamento. Quinto: peli incarniti, una vera jattura per molte, che si ritrovano a dover combattere con questo problema che si ripropone a ogni sessione epilatoria. Nulla di tutto ciò con l’epilatore a luce pulsata.