Microscopi stereo: caratteristiche e funzioni

Cos’è il microscopio stereo? Il microscopio stero (o microscopio da dissezione) è un modello ottico dall’ingrandimento fisso o regolabile tramite lo zoom, concepito per osservare campioni a basso ingrandimento da un minimo di 2,5x a 90 volte per un massimo di 300 ingrandimenti. Questi strumenti sono formati da due sistemi ottici distinti che rimandano due immagini, una ad occhio, dopodiché il cervello le elabora in una sola immagine tridimensionale. Usato spesso in ambito didattico, il microscopio stereo è adatto per lo studio di fiori, minerali, monete e altri oggetti.

A differenza dei composti, più complessi nella struttura e nella funzionalità, i microscopi stereo sono i modelli più economici sul mercato, oltre ad essere anche i più semplici da usare. Tali microscopi permettono l’osservazione di oggetti opachi con la tecnica della luce riflessa. Fra i marchi specializzati in questa tipologia di microscopi, Bresser propone una linea di modelli sia economici che più accessoriati, provvisti anche di adattatori per la micro-fotografia. Tutti i modelli Bresser, dai basici ai più equipaggiati, offrono un elevato rapporto prestazioni/prezzo, nella migliore tradizione del brand specializzato nel settore della microscopìa. In ogni caso, per visualizzare esemplari più consistenti come foglie, insetti, gemme, rocce si avrà bisogno di un microscopio stereo. In linea di massima, questi campioni richiedono una potenza inferiore che si attesta su intervalli di ingrandimento da 6,5x a 45x, pertanto sono anche detti microscopi a bassa potenza. Un microscopio stereo dispone di almeno due oculari (noto anche come binoculare) e trasmette un’immagine tridimensionale del campione analizzato.

Questi microscopi sono disponibili due configurazioni: a doppia potenza o a zoom. Nel primo caso, il microscopio presenta due opzioni di ingrandimento, ad esempio 20x e 40x, mentre nel microscopio zoom esiste un intervallo di zoom a flusso continuo che va dalla minima alla massima potenza, per esempio da 6,5x a 45x. Al pari dei microscopi composti, anche i modelli stereo presentano una configurazione trinoculare a fini fotografici. I microscopi stereo possono essere integrati o, nella maggior parte dei casi, sono modulari, ossia i diversi corpi dei modelli stereo possono essere assemblati con basi diverse. La maggior parte degli utilizzatori trova più appropriato un sistema integrato, fra questi alcuni richiedono accessori come basi specifiche quali supporti per aste o altre applicazioni. Se, invece, si vuole saperne di più su modelli più performanti si possono trovare tutte le informazioni necessarie in questo articolo sui microscopi professionali.